Salvato dall’arresto cardiaco dal titolare del centro sportivo: “Dirgli grazie è troppo poco”

Salvato dall’arresto cardiaco dal titolare del centro sportivo: “Dirgli grazie è troppo poco”

Salvato dall’arresto cardiaco dal titolare del centro sportivo: “Dirgli grazie è troppo poco”

Giuseppe 40, in realtà, è Giuseppe 45, perché è del ’72. Una settimana fa, cadde in arresto cardiaco sul campo di calcetto del centro sportivo Al Ponte di Pontecurone. Il gestore Giuseppe Porrati (Giuseppe 43), usando con competenza e lucidità il defibrillatore, gli fece ripartire il battito. Mentre lo soccorreva pensava: «Ha due bimbi piccoli, io lo devo salvare». E l’ha salvato.
Ieri, Giuseppe De Pergola (Giuseppe 45) è stato trasferito dalla Rianimazione alla Cardiologia. Ha telefonato a Giuseppe Porrati per dirgli «Grazie». Non gli sembra abbastanza: «Dovrebbero inventare una parola più grossa!». Di quei momenti drammatici non gli è rimasta memoria: «L’ultimo ricordo è in casa, a Voghera: speravo che l’idraulico si sbrigasse perché avevo la partita di calcetto. Quando ho riaperto gli occhi, ero in ospedale ad Alessandria. Per me - aggiunge - la prova che ero là sta in una foto che mi hanno scattato prima della partita».

E tuttavia, l’elettricista di Voghera è convinto che, mentre Giuseppe Porrati gli riaccendeva il cuore, lui stesso, pur in stato di incoscienza, lottava per vivere: «Dovevo tornare a casa da mia moglie e dai miei bambini di 5 anni e 20 mesi». Una serie di «coincidenze magiche e incredibili» si sono mescolate e hanno fatto il miracolo. Perché il cuore si è riattivato grazie a Porrati, ma poi in ospedale c’era un bravo medico che l’ha operato liberando un’arteria ostruita all’80%.

Ora non vede l’ora di tornare dalla sua famiglia. «A Giuseppe Porrati ho detto che organizzeremo una festa al Ponte». Manca ancora qualcuno per chiudere il cerchio: l’equipe del 118 che l’ha intubato e ha completato il salvataggio. «Vorrei conoscere il loro nome, per ringraziarli».

Maggio 2018 | © Tratto da "La Stampa"

Training Health Emergency & Services

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

Precedente

REGISTRO ESECUTORI